A drupa oltre la stampa

Drupa 2016 – “touch the future”. Con Print 4.0 e collegamento in rete digitale di macchine e sistemi si va oltre la stampa. Con quest’anno drupa cambia: durata della fiera undici giorni, ciclo accorciato a tre anni, nuovo orientamento strategico. In pratica da fiera delle tecniche di stampa si passa al concetto di fiera internazionale della stampa e delle soluzioni crossmediali, e oltre.

Sotto il motto “touch the future“ la drupa pone l’accento sulla forza innovativa del settore e offre una piattaforma per le tecnologie del futuro. L’attenzione è rivolta in primo luogo, ai temi salienti e a quelli del futuro come la stampa, la produzione di imballaggi, il multicanale, la stampa 3D, la stampa funzionale, la stampa eco-sostenibile.

«Con questo nuovo orientamento strategico, con la sua attenzione rivolta in particolare ai temi del futuro e a quelli salienti, siamo evidentemente sulla strada giusta. Infatti la risonanza riscossa dall’industria complementare internazionale è molto alta – cosa che necessariamente non ci si aspettava, visto il difficile contesto del mercato» ha detto Werner M. Dornscheidt, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Messe Düsseldorf. Circa 1.650 espositori provenienti da oltre 50 Paesi e presenti nei 19 padiglioni, dovranno dimostrare in modo convincente la molteplicità e la forza d’innovazione del loro settore. Sarà presente la gamma completa dell’offerta sui temi riguardanti la stampa e la crossmedialità.
Come afferma Claus Bolza-Schünemann, Presidente del Comitato della drupa e CEO della Koenig & Bauer AG, alla drupa 2016, Print 4.0 sarà la megatendenza: «Print 4.0 permette l’individualizzazione e la personalizzazione della stampa digitale. Per gli imballaggi di alta qualità o per la rapida crescente molteplicità di soluzioni nella stampa industriale e funzionale, questo collegamento in rete digitale che connette macchine e sistemi rappresenta la soluzione e contemporaneamente la garanzia per l’efficienza e la competitività. Print 4.0 è la megatendenza della drupa 2016, ciò si può riconoscere chiaramente già da ora.»

 

Leave your comments

Comments

Load More